COMPONENTI DI FRENO

Le leggi del moto di Newton

Alla base dello studio della frenata ci sono le 3 leggi del moto di Newton:


1. Prima legge del moto di Newton:

Un oggetto fermo tende a rimanere fermo e un oggetto in movimento tende a rimanere in movimento in linea retta a velocità costante.

 

2. Seconda legge del moto di Newton:

F = ma
dove F è la forza, m è la massa e a è l'accelerazione.

3. Terza legge del moto di Newton:

Ad ogni forza corrisponde sempre una forza di reazione uguale ed opposta.

Infine, la legge di conservazione dell'energia. Questa legge si applica a tutti i tipi di energia e può essere riassunta come segue:

L'energia totale al termine di qualsiasi evento è pari

all'energia totale prima di detto evento.

 

Quindi i fattori in gioco nello studio della frenata sono molteplici ;è davvero possibile calcolare la distanza d'arresto?

La risposta è sì, anche se ci sono molte variabili.

Se i freni funzionano correttamente, la distanza d'arresto minima per un veicolo è determinata da:

- i tempi di reazione del conducente

- il coefficiente d'attrito tra gli pneumatici e la strada

La forza d'attrito della strada deve essere abbastanza intensa da contrastare completamente l'energia cinetica dell'automobile. Durante la frenata, anche se le ruote sono ancora in movimento l'attrito statico è presente. Se le ruote si bloccano e scivolano sul manto stradale, la forza di frenata è una forza d'attrito dinamico.

 

 

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie per migliorarne i contenuti. Se accedi a qualunque elemento del sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.