MOTORI E TIPI DI CARBURANTE OGGI

I motori oggi

 

Verso la fine del millennio, le priorità erano concentrate sui futuri sviluppi dei motori per il 21° secolo. La maggior parte delle vetture e dei veicoli commerciali hanno motori benzina o diesel a 4 tempi. Tuttavia, le nuove tecnologie stanno cambiando l’industria automobilistica ed offrire una scelta più ampia che in passato. E’ tempo di dare un’occhiata ai principali tipi di motore e di carburanti disponibili per gli automobilisti di oggi - e di domani.

Un motore a due tempi ha la fase di compressione e scoppio ogni rivoluzione, a differenza del motore a 4 tempi che ha lo scoppio ogni seconda rivoluzione. (Una rivoluzione consiste in due movimenti del pistone, dal punto morto inferiore al punto morto superiore.)

 

Allora, perché i motori a due tempi non vengono usati universalmente? La risposta è che gli svantaggi sono maggiori dei vantaggi quando vengono utilizzati su autovetture.

- Sono meno efficienti nel consumo di carburante, rendendoli quindi poco economici in esercizio.

- Non hanno un sistema di lubrificazione dedicato. Infatti, l’olio è miscelato ad aria/carburante prima della combustione. Poiché questo sistema è meno efficiente, le parti motore si usurano più velocemente.

- E’ un motore molto più inquinante, e non riesce ad ottemperare a molti requisiti di legge in materia ambientale.

 

Benzina o diesel?

la principale differenza sta nella fase di accensione. Invece di necessitare di una scintilla di innesco, i motori diesel necessitano semplicemente della compressione. La compressione provoca un aumento delle temperature, in modo che quando il gasolio viene iniettato nella camera di combustione, esso brucia spontaneamente. Questo significa che un motore diesel non necessita di candele. Se il motore è ancora troppo freddo per l’accensione spontanea, una candeletta viene utilizzata per raggiungere la temperatura necessaria per la combustione.

I vantaggi dei motori diesel sono generalmente superiori agli svantaggi, ed è per questo motivo che stanno diventando sempre più diffusi.

 

 

Gas naturale & gas derivazione petrolifica (GPL)

Gas naturale liquido – metano (LNG) e compresso (CNG)

I motori a gas utilizzano combustibile gassoso come il gas di carbone, il biogas, gas di discarica o gas naturale. Essi lavorano con gli stessi principi di base dei motori a benzina. Il metano viene miscelato con l’aria nel cilindro ed innescato da una candela. Comunque, alcune modifiche sono necessarie, come l’utilizzo di pistoni ad alta compressione, sedi valvole di scarico, un convertitore catalitico specifico per il metano e un sistema di iniezione benzina-metano specifico.

Gas derivazione petrolifica (GPL)

Il GPL è una miscela di gas propano e butano che, quando compressa diventa liquida. Offre gli stessi vantaggi del metano, ma non è così largamente disponibile come esso.

Alcune autovetture vengono già vendute con l’impianto per GPL, ma spesso è necessario convertire il veicolo. Ciò è abbastanza costoso, ma viene ammortizzato rapidamente con il risparmio sull’acquisto del carburante.

Idrogeno

L’idrogeno può essere prodotto da una vasta gamma di fonti. E’ una soluzione molto pulita, che non produce emissioni nocive.L’idrogeno può essere utilizzato nei motori in due modi. Si può utilizzare nel processo di combustione interna nello stesso modo della benzina, oppure può essere fatto reagire con l’ossigeno in una cella per far girare un motore elettrico.

Veicoli elettrici

I veicoli elettrici non sono azionati da un motore a combustione, ma da almeno un motore elettrico che utilizza l’energia immagazzinata da una batteria agli ioni di litio. Sono inoltre in fase di studio altre possibilità come condensatori o dispositivi di immagazzinamento dell’energia prodotta dal volano. I veicoli elettrici sono in aumento, ma ci sono ancora ostacoli importanti da superare prima che si possa avere una diffusione di massa.

 

Tecnologia ibrida

Un veicolo ibrido è un mezzo che combina due differenti fonti di alimentazione. La maggior parte delle attuali auto ibride combina un motore benzina o diesel con un motore elettrico. Combina I vantaggi di entrambe le fonti di energia: la potenza e la convenienza economica nel rifornimento di benzina o gasolio con le basse emissioni di un motore elettrico.

Ci sono due configurazioni principali per i veicoli ibridi: Ibridi paralleli e Ibridi in serie.

Plug-in Hybrid Electric Vehicle (PHEV)

Questo è un veicolo ibrido con una maggiora capacità di immagazzinamento dell’energia, in genere con batterie al litio. Può essere collegato ad una rete di alimentazione giornalmente, evitando quindi l’utilizzo del motore a combustione interna e riducendo quindi le emissioni. In un innovativo sistema, il motore elettrico è alimentato da un piccolo motore a combustione quando le batterie sono scariche.

Celle a combustibile di idrogeno / veicolo ibrido elettrico

Questo veicolo è dotato di una cella a combustibile e di una batteria elettrica. La cella ricarica la batteria quando è esaurita, utilizzando idrogeno come carburante.

 

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie per migliorarne i contenuti. Se accedi a qualunque elemento del sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.